L’ECONOMIA SOLIDALE

Con il termine economia solidale, si intende l’insieme delle attività economiche che favoriscono l’emersione di esternalità positive: sono gli effetti (positivi) di cui beneficia l’intera comunità per il fatto stesso che quell’attività economica sia realizzata.

Proviamo a fare degli esempi.

L’agricoltura biologica, la mobilità elettrica o il car sharing e il riutilizzo di materiali concorrono a contenere l’inquinamento di cui beneficiamo tutti. I gruppi di acquisto solidale (i GAS) permettono di “svelare” i prezzi all’ingrosso, e anche di questo ne beneficiamo tutti;  così come le possibilità di utilizzare codici software non coperti da diritti di copyright o la possibilità di accesso al credito anche per imprese operanti in settori a bassa redditività (la finanza etica). Promuovere occasioni di occupazione per persone deboli permette, oltre agli evidenti benefici psico-sociali, di contenere il costo per sussidi e pensioni.

Tutto questo è economia solidale!

La provincia di Trento ha promosso fin dal 2010 – per prima in Italia – una legge (la l.p. 13 del 2010) che riconosce il ruolo e promuove lo sviluppo dell’economia solidale. Sono stati individuati 13 settori economici nei quali operano gli Attori dell’Economia Solidale e altrettanti disciplinari cui aderire e attenersi per beneficiare delle azioni di promozione e incentivazione.

Potete trovare ulteriori approfondimenti sul panorama nazionale al sito economiasolidale.net