ECONOMIA SOLIDALE

Nella legge provinciale 13/2010 per “economia solidale” si intende lo svolgimento dell’attività economica e culturale che consente il conseguimento di obiettivi d’interesse collettivo più elevati rispetto alle soglie fissate dalla normativa vigente; tale modalità è basata sulla valorizzazione delle relazioni tra i soggetti, su un’equa ripartizione delle risorse, sul rispetto e sulla tutela dell’ambiente, sul perseguimento di obiettivi sociali. Le attività di economia solidale sono finalizzate alla creazione e all’accrescimento di iniziative operanti secondo i principi di cooperazione, reciprocità, sussidiarietà responsabile, sostenibilità e compatibilità energetico-ambientale, volte alla produzione e allo scambio di beni e servizi. Per “soggetti impegnati nell’economia solidale” si intendono le organizzazioni e le imprese senza scopo di lucro o che abbiano il 50 per cento del proprio fatturato annuo riconducibile all’attività dell’economia solidale.

Per promuovere lo sviluppo civile, sociale ed economico la Provincia riconosce e sostiene l’economia solidale nell’ambito di interventi finalizzati alla valorizzazione dell’economia responsabile e sostenibile, improntata a criteri ispirati, in modo particolare, all’equità sociale, alla solidarietà, alla centralità della persona, della coesione sociale e del rapporto con il territorio.

Scopri un breve riassunto della legge!

download icon 2

Potete trovare ulteriori approfondimenti sul panorama nazionale al sito economiasolidale.net

Leggi il testo integrale della legge provinciale 17 giugno 2010, n.13

L_P_EconomiaSolidale